Aggiornamento 22 Marzo

Chiusura di tutte le attività non essenziali

Il 22 Marzo il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato un nuovo decreto che dispone la chiusura di tutte le attività che sono ritenute non essenziali e viene disposta la proroga fino al 3 Aprile 2020 di tutte le ordinanze emanate precedentemente. Il decreto contiene un allegato (Allegato 1) molto importante contenente  tutti i codici ATECO delle attività ritenute essenziali. Quindi a partire dal 23 Marzo e fino al 3 Aprile 2020 dovranno rimanere chiuse tutte quelle attività escluse dall’allegato. Qualora ci fossero delle attività da terminare per effettuare la sospensione (es. spedizione della merce in magazzino), è possibile tenere aperto ancora fino al 25 Marzo.

Per capire quali sono le attività che rimangono aperte, occorre leggere questo ultimo decreto e anche quelli che sono stati emanati nei giorni precedenti. Il decreto autorizza il proseguimento delle attività per servizi di pubblica utilità o servizi considerati essenziali. Continueranno regolarmente l’attività i supermercati e i negozi di generi di prima necessità, farmacie parafarmacie, edicole e tabaccai, servizi assicurativi postali e finanziari, trasporti e le attività produttive rilevanti per la produzione nazionale. Sono consentite anche le attività legate alle famiglie, quindi colf, badanti e portinaio di condominio. Resterà in funziona anche l’intera filiera alimentare (bevande e cibo), quella dei dispositivi medicali e della farmaceutica. Gli studi professionali rimarranno aperti in quanto ritenuti servizi utili per le imprese. Anche le attività di commercio elettronico potranno continuare. In tutti questi casi, ove possibile, va preferita la modalità di lavoro agile.

Se sei in dubbio sull’opportunità del rimanere aperto o meno, la prima cosa da fare è controllare se il tuo codice ATECO è compreso fra questi in elenco nell’Allegato 1: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/03/22/20A01807/sg

Se il tuo codice non è ricompreso potrai organizzarti, se puoi, per lavorare in smart working.

 

 

I video di questo modulo