Banche

Sospensione di mutui e finanziamenti

Il flusso di cassa, concetto di cui abbiamo parlato anche in altri moduli, in questo momento è di fondamentale importante. Vediamo quindi quali sono gli strumenti a disposizione degli istituti di credito per supportare gli imprenditori.

Se sei un titolare di un’azienda e hai in essere un affidamento bancario, non potrà essere revocato per il periodo dell’emergenza. Se invece hai un finanziamento in corso, le rate possono essere sospese fino al 30 settembre 2020 senza alcun interesse aggiuntivo. Per poter accedere a questa facilitazione dovrai contattare direttamente il tuo istituto di credito.

Se sei un privato puoi richiedere fino al 30 settembre 2020 la sospensione della rata del mutuo per la prima casa a patto che tu possa dimostrare con un’autocertificazione che hai avuto delle difficoltà legate proprio a questa situazione, ad esempio, se sei un dipendente puoi richiedere la sospensione della rata del mutuo se non hai lavorato per più di 30 giorni. Se hai in piedi altri finanziamenti invece, il decreto non prevede la sospensione delle rate ma puoi contattare comunque il tuo istituto di credito poiché talvolta questa possibilità è contemplata dalla banca stessa.

Se sei un libero professionista o un lavoratore autonomo puoi chiedere la sospensione del mutuo prima casa a patto che tu possa dimostrare con un’autocertificazione un calo del fatturato del 33% rispetto all’ultimo trimestre 2019.  Le modalità specifiche di questo calcolo non sono ancora state chiarite, soprattutto relativamente al periodo da mettere a confronto. Attendiamo raggiorni delucidazione da parte del governo su come calcolare la diminuzione del fatturato.

I video di questo modulo