Bonus

Misure per gli autonomi

Il Decreto Cura Italia prevede due bonus per lavoratori autonomi e professionisti.

Un’indennità di 600€ relativamente al mese di marzo destinata a tutti i titolari di partita iva individuale e ai soggetti che hanno in essere contratti di lavoro co.co.co  purché attivi al 23 febbraio 2020 e siano iscritti alla gestione separata INPS. Non hanno diritto al bonus i soggetti che pur avendo i requisiti di cui abbiamo appena parlato siano:

  • titolari di pensione
  • iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie (ad esempio Cassa dottori commercialisti)

Un altro bonus, sempre di 600€ è previsto per tutti i lavoratori autonomi iscritti alla gestioni speciali INPS artigiani e commercianti, anche in questo caso sono esclusi dal bonus le persone che siano anche:

  • titolari di pensione
  • non essere iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria ad esclusione delle gestione separata INPS

Ad esempio un agente di commercio o un rappresentante al momento, risulterebbe escluso in quanto iscritto all’ENASARCO

In entrambi i casi, il bonus non concorrerà alla formazione del reddito, quindi non sarà tassato e verrà erogato direttamente dall’INPS previa domanda. Si è parlato tanto della modalità click-day per inoltrare la domanda, che prevede l’erogazione del bonus alle prime domande inoltrate fino all’esaurimento dei fondi. In realtà l’INPS con un comunicato stampa del 22 marzo 2020 ha chiarito che non ci sarà il click-day ma bisognerà munirsi delle credenziali INPS, meglio ancora attivare lo SPID per poter inoltrare la domanda attraverso il portale. Le modalità precise saranno chiarite entro fine Marzo. Provvederemo ad aggiornare il modulo man mano che arrivano nuove informazioni.

I video di questo modulo