Credito d’imposta

Misure per negozi e botteghe

Il credito d’imposta non sono soldi che arrivano direttamente sul conto corrente, sono invece un credito che ci viene riconosciuto e possiamo utilizzare per pagare le imposte. Facciamo un esempio pratico: se hai un credito di imposta di 100€ la prossima volta che dovrai versare l’IVA, potrai scalare questo importo dal modello F24 che quindi avrà un totale di 100€ in meno. L’IVA che hai incassato, in questo caso rimane nelle tue tasche. Il Decreto Cura Italia prevede due tipologie di credito di imposta:

Per l’affitto di negozi e botteghe classificati catastalmente come C1 viene riconosciuto un credito di imposta pari al 60% dell’importo dell’affitto di Marzo. I destinatari di questa misura sono i titolari di un contratto di affitto con questo codice catastale, costretti a chiudere il proprio negozio. Se hai deciso spontaneamente di chiudere il negozio, quindi non vi è stato obbligo da parte del governo, non puoi utilizzare questo credito.

Per la sanificazione degli ambienti viene riconosciuto un credito di imposta pari al 50% delle spese,  fino a 20.000€. Seguiranno su questo ultimo tema maggiori chiarimenti.

I video di questo modulo