Decreto 26 Aprile – La vita quotidiana

Le norme che interessano tutti i cittadini, sia in qualità di privati che imprese.

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato in diretta TV cosa dobbiamo aspettarci dalla cosiddetta FASE 2. Eccoci quindi di nuovo negli spazi di DearGeorge, per approfondire insieme cosa è stato deciso.

Innanzitutto, consiglio a tutti di leggere il decreto perché anche se  lungo è molto discorsivo, di non difficile comprensione dunque. Trovi il testo integrale tra le nostre risorse scaricabili.

Vediamo insieme le norme che interessano tutti i cittadini, sia in qualità di privati che imprese. Partiamo, ahimè da cosa non c’è nel decreto e che invece aspettavamo venisse chiarito.

  • le scuole: l’unica certezza che abbiamo per il momento è che riapriranno a Settembre
  • App Immuni

Il Decreto ha validità dal 4 al 17 Maggio e sostituisce il precedente decreto del 10 Aprile.

Gli spostamenti sono consentiti solo all’interno della regione, per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute o stretta necessità. Tra i motivi di necessità è contemplata anche la visita ai congiunti. Cosa significhi nel concreto “congiunti” verrà chiarito nei prossimi giorni tra le FAQ del Ministero. Consentito il rientro presso il proprio domicilio o residenza. Vietate le attività ludico-ricreative, ma consentita quella sportiva individuale mantenendo la distanza di sicurezza. Conte ha voluto sottolineare l’importanza cruciale del distanziamento sociale in questa fase 2 per non rendere vani tutti gli sforzi fatti finora, appellandosi al senso di responsabilità di ognuno di noi.

 

I video di questo modulo