Decreto Rilancio: il bonus pubblicità

Cambiano le regole per recuperare i costi della pubblicità

Un’altra agevolazione molto interessante contenuta all’interno del decreto riguarda l’ampliamento del bonus pubblicità. Infatti soltanto per le spese sostenute nel 2020 l’aliquota per questo credito d’imposta sale dal 30% al 50% e il calcolo non viene effettuato come al solito su base incrementale, ovvero sulla differenza tra le spese della medesima natura effettuate nell’anno precedente ma su base volumetrica, ovvero sul totale delle spese sostenute nel corso del 2020.

Possono accedervi, non solo le imprese ma anche i liberi professionisti e gli enti non commerciali. Il fatto che il calcolo venga effettuato su base volumetrica, consente anche alle start up di accedere a questo credito d’imposta. Sono incluse in questa misure le spese per pubblicità sulla stampa quotidiana e periodica anche online, emittenti televisive e radiofoniche analogiche e digitali.

I video di questo modulo